LGBTQ for kids and singers! LGBTQ per ragazzi e cantanti!

[en]

Watching Glee I learnt that in north America there are several kind of Clubs in high schools. When I talked with Mercedes, a few month back, I then asked her about the new clubs that are in her school. Surprisingly she named the LGBT(Q) club (Lesbian, Gay, Bisexual, Transgender, and Queer) or Gay-straight alliance -There are a wide number of articles on the net if you’d like to learn more-, where people learn all about this topic, to be open to this reality and don’t treat it as a tabu’ or to avoid bulling, which have become a serious problem in the last times.

I didn’t know about LGBTQ associations myself. Hearing her, I wish I had the luck of her generation that grows in an environment that that doesn’t bully about it, but supports and learn at the same time. The acceptance about gays (and all sub category) here in Canada is one of the points of major admiration I have for this Country.

I take the chance to talk also about some beautiful advertising that TD bank does. They either support the pride week, or simply focus on any kind of services, as retirement plans, mortgages or investments.

Anyways, I am lately looking to join a choir, and I pass a incredible list of choir in my current area (Toronto), until i crossed the one of Singing Out, a LGBTQ choir.  WHAT?!! I had to hear them. I checked their youtube page, with melodic songs like Halleluja, to funny ones like It’s raining man (performed by only man of course!). Oh gosh, that was really funny, way different than all the other adult choir, mostly treating sacred music, which is not the way I like to sing. If I sing, I sing modern music, or at least classics pop-rock songs. But other than my personal singing preferences, well, it blows my mind to know that the LBGTQ community organizes a 100 people choir (since 2 decades already)! Oh, Canada! Really. You never stop to impress me.

[it]

Guardando Glee ho imparato che in Nord america ci sono diversi tipi di club per attivita’ riguardanti hobbies e passioni nelle scuole superiori. Quando parlai con Mercedes qualche mese fa, le chiesi quali nuovi club ci fossero nella sua scuola. Fu una sorpresa apprendere che si erano recentemente formati club di alleanze Gay-Straight (non gay) e club di LGBT(Q), acronimo di Lesbiche, Gay, Bisessuali, Transgender ed Eccentrici- ci sono un numero enorme di articoli a riguardo su internet che vi invito a esplorare per approfondimenti-, dove i ragazzi apprendono questo tema, per divenire aperti a questa realta’ e non trattarla come un tabu’, o per evitare episodi di bullismo, che e’ divenuto un problema piuttosto serio negli tempi recenti.

Non sapevo nulla riguardo le associazioni LGBT(Q). Ascoltandola, ho invidiato la fortuna della sua generazione, che cresce in un ambiente che impara a non deridere i gay, ma li supporta ed impara allo stesso tempo. L’accettazione riguardo ai gay (e tutte le sottocategorie) qui in Canada e’ uno dei punti di maggiore ammirazione che ho per questo Paese.

Colgo l’occasione per parlare di qualche bellissima pubblicita’ che fa una banca locale. Sono sia per supportare la settima dell’orgoglio Gay, oppure per focalizzarsi su qualsiasi tipo di servizio, come fondi pensione, mutui o investimenti.

Comunque, fatto sta che ultimamente stavo cercando un coro a cui aggregarmi, e ho controllato una lista incredibile di cori nell’area dove vivo al momento (Toronto), fino a quando ho incrociato quello di Singing Out (e’ un gioco di parole fra cantare e dichiararsi gay), un coro della comunita’ LGBTQ. COSA?!!! Dovevo sentirli assolutamente! Sulla loro pagina di Youtube hanno canzoni di ogni tipo, da quelle piu’ melodiche come Halleluya, a una versione canatata da soli uomini di it’s raining man (piovono uomini). Oddio! Divertentissimo! E cosi’ diverso da tutti gli altri cori adulti che ho visionato, che fanno principalemente musica sacra, che non e’ proprio il tipo di musice che mi piace cantare abitualmente. Se canto, e’ musica moderna, o per lo meno classiche pop-rock. Ma a parte i miei gusti personali, beh, mi ha entusiasmato sapere che la comunita’ gay organizza un coro di circa 100 persone da gia’ due decadi!Oh, Canada. Davvero. Non finisci mai di stupirmi.